Luna nuova di gennaio: individuazione dell’energia dell’anno

luna nuova

Il primo ciclo annuale della luna è estremamente importante per individuare l’onda energetica che ci sosterrà e il tema essenziale su cui ognuno di noi dovrà lavorare, individualmente e collettivamente, nell’anno appena iniziato.

E’ quindi fondamentale porre attenzione agli accadimenti personali e sociali che si presentano in tutte le sue fasi: luna nuova, crescente, luna piena e calante: ogni fase segna l’intensità energetica che il Sole Centrale, il Cuore individuato fisicamente nel nostro sole, avrà sulla nostra vita e quanto noi saremo disposti ad assecondarlo in accoglienza e collaborazione od opporremo resistenze.

Luna crescente

Fase di intensificazione dell’energia, concentrazione e direzione dell’intento. Possiamo avvertire grande potenza, desiderio di applicarsi in qualcosa di nuovo, concentrazione e vitalità, senso di leggerezza e dinamismo. potrebbe esserci anche un eccesso di attività, difficoltà a dormire, frettolosità e agitazione; si inizia a fare qualcosa ma non si termina nulla. Difficoltà a stare concentrati ed eccesso di movimento.

Al contrario possiamo avere bisogno di stare in solitudine, raccolti nell’intimo, col desiderio di ascolto delle profondità. In eccesso di tale atteggiamento potremmo sentirci stanchi e inappagati, chiusi e poco collaborativi. Senso di cupezza e chiusura alle relazioni. Bisogno di restare isolati, pesantezza e angoscia, come in un vortice che trattiene, ostacola.

Sono tutte indicazioni che dovremmo notare e appuntare per poterne prendere visione durante l’anno poichè in questo ritroveremo nel corso dei mesi una tendenza all’esteriorizzazione e quindi un lavoro più aperto al mondo, piuttosto che un lavoro maggiormente meditativo volto alla conoscenza delle nostre profondità.

Luna pienaluna piena

I 5 giorni della luna piena, due prima e due dopo il giorno di pienezza effettiva, sono il punto di massima concentrazione spirituale dell’anno, individuano esattamente la frequenza vibratoria che il Cuore avrà su ognuno di noi e individualmente dovremmo essere in grado di coglierla nella sua interezza poichè segnerà il passo nei mesi a seguire e ci darà l’impronta identificativa riguardo al nostro modo di porci con noi stessi e col mondo; una sorta di imprinting magnetico, di attrazione di coloro che lavorano sulla nostra stessa frequenza e del “materiale” utile al nostro lavoro interiore ed esteriore.

Luna calante

Rappresenta l’onda decrescente dell’energia e la capacità di spurgo dei residui del lavoro interno ed esterno, il liberare le resistenze che la luce solare riflessa della luna, cioè l’impulso del Cuore sulla nostra materia fecondata, ha evidenziato; possiamo in questa fase riconoscere la nostra attitudine a liberarci dai pesi, lasciare andare le convenzioni, liberarci dalle consuetudini così riposare e concederci alla nostra interiorità recuperando le energie. IL rilascio delle tensioni e un passo calmo verso noi stessi e gli altri.

Importante è verificare le alterazioni al giusto ritmo di innalzamento e decrescita dell’energia, ai nostri moti espressivi e intimi, agli eventi personali, famigliari e collettivi e come questi ci influenzano mentalmente, emotivamente e fisicamente. Nulla può essere tralasciato; tutto è inserito nell’opera del Cuore.

Sintomi e patologie: dove sto andando?

Durante questo ciclo importante è verificare lo stato psicofisico: sintomi che si presentano o riacutizzano indicano la direzione del lavoro personale.

Ogni sintomo è la porta da cui accedere alle nostre profondità, è un messaggio profondo che si materializza simbolicamente attraverso il sintomo stesso e la parte corporea colpita. Ereditarietà, ricorrenze famigliari con altri componenti, corrispondenze di date sono indicazioni per tradurre ulteriormente il messaggio. (vedi costellazione famigliare )

Importanti sono le nascite e i lutti di questo periodo: rappresentano le spinte al nuovo, il vigore di nuovi progetti o la necessità di liberare alcune parti di noi rappresentate dal defunto, l’urgenza di porre nuove basi famigliari liberando vecchi schemi e consuetudini.(vedi: recupero della famiglia: nuovo equilibrio dell’individuo).

Eventi sociali: come mi colloco?

Poniamo attenzione anche ai movimenti collettivi: ogni mutamento è influenzato e influenza ognuno di noi, in flusso dirompente o sottilmente costante. L’attitudine a percepire quanto un evento, anche lontano, interferisce o sostiene la nostra singolare vita, permette di cogliere il senso profondo dell’evento stesso oltre la sua apparenza e donarci indicazioni di come noi possiamo porci al modo, con partecipazione attiva o con attenta vigilanza in un’apparente staticità.

Il desiderio di esistere si manifesta anche nella consapevolezza di sè in eventi anche apparentemente disgiunti da noi, ma sincronicamente fondamentali per la nostra esistenza. Anche questa attenzione ci permette di collocarci e quindi incamminarci in questi 12 cicli lunari. Incamminarci individualmente, seguendo l’onda vibratoria che ci contraddistingue, armonicamente nel moto universale.

naturopatia olisticaMeditazione e pratiche salutistiche

Fondamentale sempre, ma in particolare in questo periodo soprattutto nella fase di piena è la pratica meditativa (vedi: la posizione del faraone e meditazione)

L’attenzione a sé è necessario sia costante: ogni impiccio, ritardo, deviazione a un intento, identifica resistenze al procedere verso sè stessi. La pratica meditativa ci permette di fare centro, di dare tempo alla nostra centralità di operare sempre più efficacemente in noi e attraverso di noi, mutando la nostra struttura, modellando la nostra efficacia su intenti  sempre più spiritualizzati.

Utili sono anche i bagni di sale (vedi)

Durante  questo ciclo sono consigliati i seguenti oli essenziali:

  • Fase crescente: incenso (percezioni sottili e sostegno alla meditazione preparandosi a ricevere nuove informazioni; purifica la materia densa innalzando l’intensità vibratoria; aiuta a tagliare i vincoli aprendo alla novità di vita) e arancio (gioia di vivere e calma apertura alla vita liberando le insicurezze; aiuta a trovare la direzione intima; alleggerisce dalle preoccupazioni; capacità decisionale; mitiga eccitazione e impulsività attraverso una più stabile centratura; solleva da fasi depresse)

 

  • 5 giorni di luna piena: limone (allenta le tensioni emozionali; dona libertà di ascolto e apertura alla Luce; aiuta a liberare i vincoli Karmici di ostacolo alla resa alla vita) e mirra (universalità e senso del sacro; individuazione del Proposito Ispirato per l’anno ;  armonizzazione influssi spirituali con la densità materica; placa le tensioni; umiltà e devozione sbloccando atteggiamenti egoici; sostiene la meditazione promuovendo l’ascolto interiore; mitiga la paura del rilascio del vecchio e dell’incertezza della vita)

 

  • Fase calante: nardo (tranquillizza; allevia tribolazioni mentali ed emotive; fa riprendere fiato dall’intensità della fase precedente; intensifica la devozione radicando in noi l’Intento e il Proposito; apertura e collaborazione) e lavanda (concretizzare la nuova struttura; stabilizzare il mentale e l’emozionale liberando l’insoddisfazione; armonizzare le affettività; mitigare l’eccesso di sollecitazione interiore ed esteriore; sostenere il passaggio trasformativo).

Attenzione e costanza sostengono la nostra trasformazione. Ora, nell’Eterno Infinito Presente.

 

Nat. Paola Cantù

 

CONSULENZE OLISTICHE E TRATTAMENTI DI NATUROPATIA VIBRAZIONALE AL 3386043018 O SCRIVENDO PER INFO E APPUNTAMENTI (clicca qui)

 

seguici su telegram: t.me/viedelcuore